giovedì 27 agosto 2015

Banana pancakes - Papua Nuova Guinea


Dire pancake ci fa subito pensare alla tipica colazione americana, a quella dolce torre di frittelle brune poste una sull'altra e grondanti di sciroppo d'acero.
Tuttavia la storia di queste frittelle si può dire che abbia attraversato tutto il mondo. A partire dalla Grecia del 500 a.C. con le teganites o tagenites (dal nome della padella usata), frittelle dolci fatte con farina ed olio d'oliva, addolcite con miele e servite calde con formaggio, mentre nella Roma Imperiale si mangiavano le alita dolcia preparate con farina, latte, uova e spezie.
Dal Medioevo in poi in tutta Europa, compresa l'attuale Russia, si preparavano delle frittelle dolci che poi giunte in America sono diventate più soffici con il baking powder, il lievito chimico.
Nulla di strano quindi se queste frittelle sono giunte anche in Papua Nuova Guinea arricchendosi della purea di banane nell'impasto e anzichè sciroppo d'acero (albero che non vive in PNG) ho deciso di utilizzare il golden syrup molto comune nei dolci della vicina Australia, ed i cui ingredienti non mancano certo in Papua, di cui troverete la ricetta per farlo in casa in questo post della mia amica Rosa Maria.
Dunque se volete anche voi regalarvi una squisita colazione ecco la ricetta.

Ingredienti 

Per circa 23 banana pancakes

  • 190 gr di farina 00
  • 1 e 1/2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 30 ml di olio di semi
  • 1 uovo 
  • 360 ml di latte
  • 1 e 1/2 banane mature
Per la crema di banane
  • 3 banane mature
  • 30 gr di amido di mais
  • i semi di 1/2 baccello di vaniglia
  • latte q.b.
Per guarnire
  • banane a rondelle
  • golden syrup

Prepariamo la crema di banane riducendole in purea, mettendole in un tegamino,aggiungendoci i semi di vaniglia e coprendole di latte. A fiamma bassa e mescolando continuamente facciamo addensare la crema.


Iniziamo ora a preparare i pancakes riducendo in purea la banana e mezza. Mescoliamo il latte con l'uovo leggermente battuto, vi aggiungiamo la purea di banane, l'olio e con una frusta vi amalgamiamo la farina setacciata insieme al lievito, allo zucchero ed al bicarbonato. 


In una padella appena imburrata versiamo un cucchiaio e mezzo d'impasto per ogni pancake.


 Quando cominciano a formarsi delle bollicine sulla superficie lo giriamo. Dovranno essere bruniti entrambe i lati.





Quando abbiamo cotto tutti i pancakes cominciamo a farcirli con un cucchiaino di crema di banane.


Sovrapporreremo un altro pancakes e così via. L'ultimo pancake della porzione lo guarniremo con qualche rondella di banana, con altri frutti a piacere, annaffieremo abbondantemente di golden syrup e volendo daremo anche una spolverizzata di zucchero a velo.



La nostra golosa colazione è pronta e renderà sicuramente più gradevole l'inizio di giornata!!



Ricetta destinata ad Eloisa di "abc in cucina" che ospita la tappa in PNG dell'Abbecedario culinario europeo.

Alla prossima!!=^^=

lunedì 24 agosto 2015

Papuan banana cake con glassa al cioccolato


Di versioni della banana cake ce ne sono moltissime, ma se in un paese come la Papua Nuova Guinea la banana è una fonte primaria di cibo è naturale trovarla nella realizzazione di svariati piatti tra cui la squisita torta di banane.
Diversi banani selvatici sono endemici della Papua e sembra che la coltivazione delle banane risalga addirittura a 7.000 anni fa se non addirittura a 10.000 anni fa. 
Attualmente nelle coltivazioni e nei giardini sono coltivate centinaia di varietà di banane. 
Per questo dolce sono necessari pochi ingredienti, ma il risultato è squisito e con la glassa al cioccolato al sapore di cocco che lo ricopre è sicuramente una torta degna di una festa (ricordando che il cacao ed il cocco sono entrambe coltivati in Papua). 

Ingredienti (per una teglia di 20 cm di diametro)

Per la base 

  • 2 uova
  • 90 ml di olio di semi
  • 125 gr di zucchero semolato
  • 3 banane molto mature ridotte in purea
  • 225 gr di farina autolievitante (oppure a della normale farina 00 aggiungete 2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci, 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio ed un pizzico di sale)
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 80 ml di latte
  • 1 cucchiaino di vaniglia
Per la glassa al cioccolato
  • 130 gr di cioccolato semidolce
  • 120 ml di latte di cocco 
Cominciare a battere insieme l'olio, lo zucchero e la vaniglia.
Aggiungere un uovo per volta e quindi la purea di banane. 


Mescolare il bicarbonato con il latte ed aggiungerlo al composto alternandolo alla farina fino a che non sia ben amalgamato.



Versarlo nella teglia rivestita di carta da forno e far cuocere in forno preriscaldato a 180°C fino a che inserendoci uno stecchino non ne esca asciutto.



Mentre il dolce si raffredda prepariamo la glassa. Facciamo scaldare il latte di cocco (che io ahimé in vacanza non ho trovato e l'ho sostituito con del comune latte di mucca) e quando ha raggiunto il punto di ebollizione lo versiamo sul cioccolato che abbiamo tritato finemente.

Lasciamo raffreddare almeno una mezz'ora, quindi lo mescoliamo energicamente e versiamo la glassa sul dolce. 


Qui vi mostro la fetta con uno scatto rubato con il cellulare mentre ero a cena con i nostri parenti a cui è piaciuta moltissimo.



Anche questa ricetta è destinata ad Eloisa di "abc in cucina" che ospita la tappa in Papua Nuova Guinea dell'Abbecedario culinario mondiale.

Alla prossima!! =^^=