giovedì 21 settembre 2017

Torta nera di San Secondo


Dopo un po' di tempo eccomi di nuovo a scrivere per condividere ricette. Mi è mancato questo spazio, ma gli impegni familiari hanno avuto la precedenza su tutto ed ora soddisfatta e felice torno a pasticciare e sperimentare tra forno e fornelli!
Questa volta la scelta della ricetta da provare è stata dettata dalla voglia di utilizzare mandorle e noci che avevo in dispensa e visto che questo dolce era nella lista di quelli da provare già da un bel po' non ho avuto dubbi.
Si tratta di una torta dell'Emilia occidentale, nello specifico di San Secondo Parmense. 
La torta nera di San Secondo è una di quelle torte da credenza di cui ogni famiglia ha la propria ricetta forse perché ci si basava sui gusti dei familiari e su quello che si aveva in casa. 
Ecco quindi che oltre agli ingredienti base che sono mandorle, uova, zucchero, burro e liquore sassolino per il ripieno alcuni aggiungono cacao in polvere, altri cioccolato fondente, chi il caffè in polvere o addirittura i fondi di caffè e chi invece il caffè della moka, scorza di limone (nel modenese)o noci (nel reggiano) e qualcuno anche amaretti e lievito.
E' una torta dal sapore schietto, casalingo e familiare che fa tanto bene al cuore.
Dopo aver letto tutto quello che ho trovato ho tirato fuori una ricetta che credo sia più vicina all'originale (ma quale sarà mai l'originale? ) e ve la presento. 




Ingredienti: (per una tortiera di 22 cm di diametro)

Per la frolla

  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • 1 uovo intero medio
  • un pizzico di sale

Per il ripieno 
  • 2 uova intere
  • 115 gr di zucchero semolato
  • 120 gr di mandorle spellate
  • 30 gr di gherigli di noci
  • 1 cucchiaino di caffè in polvere
  • 2 cucchiai di liquore sassolino (o altro liquore all'anice)
  • 40 gr di cacao amaro in polvere
  • 1 punta di cucchiaio di farina 00
  • 25 gr di burro a temperatura ambiente
Iniziate a preparare la frolla sabbiando insieme la farina con il burro lasciato circa 10 minuti fuori dal frigorifero, disponete a fontana sul piano di lavoro ed al centro aggiungete lo zucchero con l'uovo ed il pizzico di sale. Ottenete un impasto piuttosto morbido senza lavorarlo troppo, appiattitelo avvolgendolo con pellicola e riponetelo in frigorifero per 1 ora.

Nel frattempo preparate il ripieno.
Tritate grossolanamente le mandorle e le noci.
Montate con l'aiuto delle fruste le uova con lo zucchero (potete anche montare solo i rossi con lo zucchero ed a parte montare gli albumi da aggiungere all'ultimo mescolando dal basso verso l'alto), aggiungete quindi il burro morbido e tutti gli altri ingredienti.
Otterrete un composto abbastanza morbido. 

Riprendete la frolla dopo il riposo in frigo, rivestiteci la teglia forando con i rebbi della forchetta il fondo e versarvi il ripieno.

Fate cuocere il dolce in forno preriscaldato a 170°C per circa 50 minuti ed estraetelo dalla teglia quando è ormai freddo. 


E' un dolce semplice, dai sapori schietti ma veramente buono!
=^-^=

mercoledì 24 maggio 2017

Torta di mele della tradizione ebraica



La splendida frutta di stagione ormai è veramente allettante. Fragole, albicocche, ciliegie certo possono farci sembrare squallido un frutto come la mela, ma volete dirmi che una morbida, succulenta torta di mele nella sua semplicità non sia tra i dolci più gustosi?
E questa torta di mele della tradizione ebraica, caratteristica di Rosh ha-shanah, il loro capodanno che cade a settembre, non contiene né burro né latte (perché secondo le regole della kasherut in uno stesso pasto non si possono consumare latte e carne) ma è ugualmente squisita.

Il procedimento è semplicissimo, bisogna solo controllare la cottura che non richiede poco tempo proprio perché molto umida per la grande quantità di mele contenute, ma ne vale la pena.




Ingredienti: ( per uno stampo da chiffon cake da 24 cm di diametro)

  • 380 gr di farina 00
  • 400 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di miele
  • 235 ml di olio di semi di girasole
  • 4 uova grandi
  • 12 gr di lievito in polvere
  • 13 gr di estratto di vaniglia
  • 5 gr di sale
  • 1,100 kg di mele
  • 1 cucchiaio di cannella
  • scorza grattugiata e succo di 1 limone non trattato

Iniziate a sbucciare le mele e tagliarle a fette, in una ciotola cospargetele con la cannella, con la scorza grattugiata del limone e con il suo succo e lasciatele insaporire mentre preparate l'impasto.

Montate le uova con lo zucchero fino a farle diventare bianche e spumose, se utilizzerete una planetaria basteranno pochi minuti. Aggiungete tutti gli altri ingredienti e continuate a montare il composto perché incorpori più aria possibile.

Spennellate di olio solo la base dello stampo da chiffon cake, versate 1/3 d'impasto, quindi uno strato di mele in modo che non tocchino le pareti dello stampo.
Proseguite con un altro strato d'impasto ed uno di mele finendo con l'impasto. Adagiatevi sopra una quarantina di fette di mele tenute da parte.



Fate cuocere in forno preriscaldato a 180°C per almeno 1 ora e mezza, fate comunque la prova stecchino per vedere se ne esce asciutto.

Quando la torta è fredda con un coltello scalzate prima i bordi dalla parete dello stampo, quindi la base del dolce dal fondo removibile.
Pur essendosi leggermente abbassata dopo il raffreddamento la mia è venuta alta circa 8 cm. 

Guarnite con zucchero a velo.


Il miele, le mele ed il melograno nella tradizione ebraica sono di buon auspicio per il nuovo anno e la torta è proprio da provare, profumatissima, morbidissima e squisita!  
=^-^=