giovedì 11 febbraio 2016

Yau kwok - i ravioli dolci cinesi


Siamo ancora nella grande Cina per l'Abbecedario culinario mondiale,
ma confesso che la ricerca di ricette di dolci tradizionali si è dimostrata più difficile del previsto. Le traduzioni dal cinese purtroppo lasciano perplessi e bisogna dar fondo all'immaginazione ed all'esperienza di ognuno di noi per riuscire a tirar fuori qualcosa di comprensibile che permetta la realizzazione delle ricette.
Di conseguenza ho dovuto scartare l'idea d realizzare molti dei dolci che mi incuriosivano.
Fra i pochi di cui ho trovato dei video, di cui alcuni che in inglese davano anche la lista degli ingredienti, ci sono questi ravioli dolci.
Gli Yaou kwok sono tipici del capodanno cinese, la loro forma simboleggia un portafogli ed infatti rappresentano il denaro e la prosperità. E visto che i festeggiamenti per il capodanno proseguono fino al 22 febbraio siamo ancora in tempo, ci portassero veramente tanta prosperità!!





Ingredienti: (per circa 25 ravioli da 7 cm di diametro)


Per la sfoglia

  • 150 gr di farina 00
  • 1 uovo
  • 30 gr di burro fuso
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 2 cucchiai e 1/2 di acqua

Per il ripieno 
  • 30 gr di arachidi non salate
  • 3 cucchiaini di semi di sesamo
  • 3 cucchiaini di cocco disidratato
  • 5 cucchiaini di zucchero
Preparate innanzitutto la sfoglia. In una ciotola setacciate la farina, al centro versatevi l'uovo intero leggermente battuto, il burro fuso freddo, lo zucchero e l'acqua.


Amalgamate inizialmente con una forchetta, quindi con la mano ed infine impastate bene sul piano da lavoro fino ad avere un composto liscio e compatto. Coprite con la pellicola e lasciate riposare l'impasto per 30 minuti.




Nel frattempo iniziate a tostare le arachidi a fuoco medio in una padella antiaderente per 5 minuti.
Quindi tostate i semi di sesamo per 3 minuti ed il cocco per 1 minuto.
Pestate grossolanamente le arachidi, quindi unitele al sesamo ed al cocco in una ciotola insieme allo zucchero.



Riprendete l'impasto e stendetelo con il mattarello sul piano di lavoro appena infarinato.
Con un taglia biscotti da 7 cm di diametro ricavate i dischi (riutilizzando gli scarti di sfoglia dopo averli fatti riposare nella pellicola ancora 30 minuti).
Ponete al centro di ciascuno 1 cucchiaino d'impasto e chiudeteli a mezzaluna prima sigillando bene i bordi e poi pizzicandoli nella maniera tradizionale.





Friggeteli in abbondante olio caldo a temperatura media, fateli asciugare su carta e serviteli caldi, magari anche con una spolverata di zucchero a velo, alla nostra maniera, che non guasta. 



Sono leggerissimi, non assorbono olio e ...portano tanta prosperità!! 




Ricetta destinata alla raccolta ospitata da Carla Emilia di "un'arbanella di basilico".

Alla prossima! =^-^=

3 commenti:

Faustina ilovedesserts ha detto...

bella ricetta!!!

Ornella Camatta ha detto...

Belli questi "portamonete" dolci! Interessante anche il ripieno.

Un'arbanella di basilico ha detto...

Grazie Resy, devono essere deliziosi! Un bacione e buona domenica :)

Posta un commento