sabato 31 luglio 2010

La confettura di "pornelle"



Quando 34 anni fa vidi per la prima volta Panicarola nel comune di Castiglione del Lago me ne innamorai. Il borgo Badiali, dove ci sono le casette dei nonni e dei bisnonni di mio marito, è la parte del paese che ha mantenuto l'aspetto che aveva più di un secolo fa ed essendo considerato "centro storico" le ristrutturazioni che si sono effettuate da un pò di anni a questa parte debbono rispettare i materiali e le caratteristiche che avevano le vecchie costruzioni.
Qui c'è ancora la tradizione di avere il proprio orticello ed i propri animali che servono esclusivamente alla propria famiglia e chiaramente da loro la stagionalità dei prodotti è la regola di vita.
Qui ho mangiato per la prima volta il piccione ripieno, i pici con il sugo d'oco o di cinghiale, la squisita panzanella estiva che è diversa da come la facciamo a Roma, la torta al testo e tutti i prodotti dei loro orti.
In particolare nell'orto dello zio Tonino c'è un albero di"pornelle" che dà dei frutti dolcissimi e da quando li ho assaggiati non riesco mai a trovare in commercio delle prugne che abbiano lo stesso sapore.

Già, perché le pornelle altro non sono che le prugne. Quando due giorni fa al mio mercato rionale ho trovato un banco che aveva delle prugne che somigliavano a quelle di zio Tonino ne ho assaggiata una ed erano proprio quelle!!!!
Prese, e non ho resistito alla tentazione di farci una confettura, tanto tra 2 giorni sarò ai Badiali e potrò assaggiarle direttamente dall'albero dello zio!!

Fin da bambina non ho mai amato molto le confetture perché troppo dolci, preferivo e preferisco di gran lunga le marmellate di agrumi, ma se debbo farne in casa, anche per preparare delle ottime crostate, ho scoperto come farle senza dare alle stesse il sapore di caramello che assumevano dopo una lunga cottura. Utilizzo Fruttapec, questa volta ho utilizzato il 2:1, vale a dire per ogni chilo di frutta aggiungere una busta di Fruttapec e la metà del peso di zucchero. Veniamo quindi alla preparazione.

Per 1 kg di prugne denocciolate
550 gr di zucchero semolato
100 ml di acqua
3 cucchiai di succo di limone
1 bustina di Fruttapec 2:1



Miscelo lo zucchero con il Fruttapec e lo aggiungo alle prugne tagliate in piccoli pezzi in una pentola di acciaio.
Aggiungo l'acqua ed il succo di limone e porto ad ebollizione girando con un cucchiaio di legno. Io ho fatto bollire 7 minuti, anzichè i 3 indicati sulla confezione di Fruttapec, in ogni caso è infallibile la prova piattino.
Nel frattempo ho sterilizzato i barattoli nel microonde con all'interno l'acqua per 10 minuti alla massima temperatura ed ho spennellato i coperchi con alcool per liquori.
Ho immediatamente versato la confettura nei barattoli, li ho chiusi e capovolti.
Li ho quindi coperti con un canovaccio e lasciati freddare così tutta la notte.
Ho aperto subito un barattolo per mostrarvi la confettura, ha un bel colore acceso, la giusta consistenza e vi assicuro che è buonissima!

4 commenti:

I pasticci di Roby ha detto...

Non conosco questo frutto,anche se, da quanto mostra la foto, sembrerebbo assomigliare alle nostre "Pruna i 'core";chissà se nella tua memoria ti ricorda qualcosa!Proverò a farla anch'io e chissà che il risultato non sia positivo quanto il tuo.Buona Domenica,Roby

resy ha detto...

Cara Roby, ricordo tante parole siciliane di mio nonno e dei miei zii mentre mamma era venuta a Roma che aveva 4 anni e quindi conosceva il dialetto ma non lo parlava. Adoro i racconti di Montalbano di Camilleri (anche mia nonna era una Camilleri ma anche lei di Palermo) e sentire ogni tanto una parola in siciliano mi piace da morire.
Sai perchè ho scovato il tuo blog? Perchè nel titolo parlavi di "milincianedde", che vuoi, le radici sono sempre un gran richiamo!!! Un abbraccio

Michela ha detto...

Resy.. che bel passo passo... non ho mai fatto le confetture. Lascio al mio maritino la soddisfazione di preparale :)))) io mi limito a gustarle! E questa mi sembra davvero da gstare almeno con gli occhi :)
Ti lascio i miei cari saluti e BUONE VACANZE!
Michela

resy ha detto...

Grazie Michela, auguro anche a te buone vacanze e comunque uno splendido agosto ovunque sarai!! Per le confetture se hai la fortuna che qualcuno le prepari per te approfitta ;-)) e lascia a lui questa soddisfazione!!! Ti abbraccio ed a presto!!!

Posta un commento