sabato 7 luglio 2012

Rotolo alla crema pasticcera con gocce di cioccolato



Certo questo non è il primo rotolo di pasta biscotto che faccio, tra "salame del re" e "tronchetti di Natale" ne ho fatti veramente tanti.
Tuttavia quando ho trovato questa ricetta della pasta biscuit del libro "La grande pasticceria" senza l'uso del lievito, visto che altre ricette mi avevano enormemente delusa, ho deciso di provarla.
Debbo dire che è ottima.

Ingredienti per il rotolo di pasta biscuit: (per una teglia da 20 x 30 cm)

4 uova
120 gr di zucchero
50 gr di farina 00
50 gr di fecola di patate (ma vanno bene anche l'amido di mais o di frumento)
30 gr di burro fuso
scorza grattugiata di 1 limone
un pizzico di sale


Per la farcitura di crema pasticcera:

250 ml di latte
2 tuorli d'uova
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di farina 00
gocce di cioccolato fondente
i semi di una stecca di vaniglia
1 foglio di gelatina
3 cucchiai di panna montata


Per la bagna:

pochissimo latte aromatizzato all'Amaretto

Per guarnire:

zucchero a velo e pochissimo cacao amaro o zuccherato


Per questa pasta biscuit che non prevede il lievito la cosa importante, come per il pan di spagna, è inglobare più aria possibile nell'impasto.
Si comincia quindi con il montare i tuorli con lo zucchero utilizzando le fruste elettriche fino ad ottenere un composto gonfio e bianco.
Allo stesso modo si montano gli albumi a neve fermissima con un pizzico di sale e si ripongono in frigo fino all'utilizzo.
Si fa sciogliere il burro e si lascia raffreddare.
Si mescolano poi insieme la farina e la fecola e se ne aggiunge un cucchiaio alla volta ai tuorli montati passandole al setaccio ed alternandole ad un cucchiaio di albumi montati, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno dal basso verso l'alto per continuare ad inglobare aria.
Possiamo aggiungere ora il burro fuso ormai freddo e per ultima la scorza grattugiata del limone.
Rivestiamo la teglia bagnata con carta da forno, versiamo l'impasto e facciamo cuocere per circa 12 minuti in forno già caldo a 160°.
Fate comunque la prova stecchino prima di spegnere il forno.



Appena estratto dalla teglia ancora caldo lo rigiriamo su un canavaccio inumidito e togliamo delicatamente la carta forno, poi arrotoliamo la pasta biscuit ben stretta con il canavaccio e la lasciamo freddare.



Mentre la pasta biscuit si fredda prepariamo la crema pasticcera nel metodo classico aggiungendovi alla fine un foglio di gelatina ammorbidito per 10 minuti in acqua, una volta fredda aggiungiamo anche i 3 cucchiai di panna montata per alleggerirla.

Quando la pasta biscuit si è freddata la srotoliamo delicatamente e con un pennello la bagniamo leggermente con il latte aromatizzato all'Amaretto, poi la farciamo con la crema pasticcera e spargiamo abbondanti gocce di cioccolato fondente.



Arrotoliamo nuovamente la pasta biscuit farcita con l'aiuto di pellicola trasparente e facciamo riposare in frigorifero fino al momento di servire.
A questo punto lo cospargiamo di abbondante zucchero a velo ed una leggera spolverizzata di cacao.

Ovviamente potrete personalizzarlo come volete, aromatizzare la crema pasticcera al gusto che più vi piace, caffè, cacao, al posto delle gocce di cioccolato potrete utilizzare frutta fresca a pezzettini (fragole, frutti di bosco, pesche, ananas sciroppata, ecc....), bagnare con il latte ed il liquore preferito che si abbini alla farcia, e se vorrete renderlo più coreografico spalmarlo con un velo di panna montata a cui far aderire della granella di pistacchi, mandorle a lamelle tostate o semplicemente granella di zucchero, o frutti di bosco brinati con dello zucchero semolato.

Questa pasta biscuit è comunque una base che vi consiglio, rimane elastica, si lavora con facilità e se avrete bisogno di un rotolo più grande basta raddoppiare le dosi per una teglia di dimensioni doppie.
Alla prossima!!

2 commenti:

Antonella ha detto...

Complimenti Resy, uno spettacolo!
A presto Antonella.

Ale ha detto...

ciao che bel blog...mi sono unita ai tuoi lettori. passa a trovarmi: dolcementeinventando.blogspot.it

Posta un commento