venerdì 29 gennaio 2016

Takaka oaty ginger crunch - shortbread con glassa allo zenzero ( Nuova Zelanda )


Volendo trovare un altro dolce da realizzare per la tappa neozelandese dell'Abbecedario culinario mondiale  mi sono trovata subito a dover scartare quei dolci che avevo già cucinato per la tappa in Australia e che sono comuni ai due paesi: la pavlova e gli anzac biscuits.
Così dopo aver ridotto la scelta mi sono imbattuta in una ricetta a base di zenzero che mi piaceva: il ginger crunch, una sorta di shortbread con una base simile ad una pasta frolla al gusto di zenzero e golden syrup ricoperta da una vellutata crema a base di burro, zucchero a velo e naturalmente...zenzero e golden syrup.
Di questo dolce presente in tutte le sale da tè, pasticcerie e caffè della Nuova Zelanda e tanto amato dai neozelandesi esistono diverse varianti.
Avendo in dispensa dei fiocchi d'avena e del cocco disidratato la variante che prevede questi due prodotti nella base mi ha incuriosita: si tratta del Takaka oaty ginger crunch (una delle specialità del "Wholemeal Cafe" della città di Takaka) e quindi, dopo aver trovato anche lo zenzero candito per guarnire la glassa, ho iniziato a prepararli.
Dimenticavo, se amate particolarmente lo zenzero potete aggiungere 2 cucchiaiate di zenzero candito tritato anche tra gli ingredienti della base, ne rimarrete entusiasti.
La ricetta è veramente molto semplice, l'unico ingrediente che dovrete prepararvi in precedenza se non riuscite a trovarlo in commercio è il golden syrup che io preparo seguendo questa ricetta della mia amica Rosa Maria.




Ingredienti: (per 14 porzioni generose o 28 quadrotti)

Per la base
  • 200 gr di burro
  • 3 cucchiai di golden syrup
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di cocco disidratato
  • 180 gr di fiocchi d'avena
  • 110 gr di farina 00
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere 
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
Per la glassa
  • 150 gr di burro
  • 300 gr di zucchero a velo
  • 2 cucchiai di golden syrup
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
Per guarnire
  • pistacchi tritati grossolanamente (salati o NON secondo i vostri gusti, io ho adoperato quelli NON salati)
  • zenzero candito tritato grossolanamente
Iniziate a preparare la base preriscaldando il forno a 170°C.

In un tegame versate il burro, lo zucchero di canna ed il golden syrup ed a fuoco basso mescolate fino a che non sono ben sciolti, quindi versate il tutto nella ciotola dove avrete precedentemente mescolato con cura tutte le polveri, i fiocchi d'avena ed il cocco disidratato.






Amalgamate bene il tutto e versate il composto in una teglia da 18 cm x 30 cm rivestita di carta da forno premendolo bene e livellandolo. 




Mettete quindi in forno e fate cuocere 20 - 25 minuti a 170°C.

Trascorso il tempo di cottura estraete la teglia e fate raffreddare.

Una volta raffreddata la base passate a preparare la glassa mettendo sul fuoco a fiamma bassa il burro ed il golden syrup. Una volta ben sciolti aggiungete lo zenzero e lo zucchero a velo setacciato mescolando fino a che non si sia formata una glassa liscia e cremosa.



Versatela quindi sulla base cotta che è ancora all'interno della teglia, muovendola delicatamente perché la glassa si distribuisca uniformemente.




Quando la glassa inizia a rapprendersi cospargetela di pistacchi e zenzero candito tritati grossolanamente.

Lasciate che la glassa si raffreddi completamente quindi tagliate con un coltello a rettangoli o a quadrotti.




Potete conservare il vostro Takaka oaty ginger crunch in frigorifero o in dispensa chiuso in un contenitore ermetico. 


La base è deliziosa, la glassa è un attentato alla glicemia.
E pensare che alcune ricette prevedevano ancora più zucchero a velo nella glassa se non addirittura doppia dose di glassa! 
Secondo me invece dimezzare la dose della glassa sarebbe meglio per i nostri gusti, anche se esteticamente uno strato maggiore fa la sua figura!! Comunque da provare accompagnandolo ad un buon caffè espresso italiano!

Anche questa ricetta si unisce alle altre raccolte da Monia di "Gata da plar" per la tappa neozelandese.

Alla prossima! =^-^=


8 commenti:

Gata da Plar - Mony ha detto...

Mammamia Resy che delizia! E che telepatia! Infatti è lo stesso dolcino che mi ha suggerito la mia amica neozelandese e per il quale ho mandato il Compare in erboristeria ieri sera a prendere lo zenzero in polvere, pena andare a dormire senza cena! E mo mi tocca farli lo stesso, sennò quello chi lo sente?! :DDD
Bacione e Grazie <3

Martissima ha detto...

ti son venuti molto bene, sono un attentato alla linea ma magari si potrebbe tagliarli a quadratini e presentarli tipo cioccolatini ^____^ bellissima la prima foto Resy !!!

resy ha detto...

Monia, Marta riducendo a metà la glassa diminuiscono le calorie e la dolcezza, un bacione a voi!!

Gata da Plar - Mony ha detto...

Grazie Resy, anche perchè ho fatto felice (e ingrassati) anche i vicini di casa! :DDD
Un baciottone!

Faustina ilovedesserts ha detto...

Mm mm stavo cercando un dolce con lo zenzero, anche se il tuo commento sul troppo "dolce" alla fine mi ha frenato l'entusiasmo... Comunque la proverò riducendo la glassa come hai consigliato....

resy ha detto...

Grazie Monia, un bacione anche a te!!

resy ha detto...

Faustina se ami lo zenzero aggiungine 2 cucchiaiate di candito anche nell'impasto della base e dimezza la quantità di glassa, apprezzerai il piccante dello zenzero e e il tutto risulterà meno dolce!

Un'arbanella di basilico ha detto...

Ciao Resy, dopo tutti i dolci che hai pescato nel mondo, sono sicura che anche in Cina troverai qualcosa di gradevolissimo. In effetti qualche buon dolcetto l'ho assaggiato nel mio viaggio... un bacione ti aspetto :)

Posta un commento