venerdì 3 maggio 2013

Gode Råd - cialde tipiche del Natale dello Jutland meridionale




Paese che vai.........cialde che trovi!!!
Vi presento le cugine danesi delle ferratelle abruzzesi  di mamma Siberiana che tanto successo hanno sul mio blog.
Tra i dolci tipici del Natale nello Jutland meridionale ci sono queste cialde dal nome simpatico,  "Gode Råd" che significa "buon consiglio".
Per cuocerle utilizzano un ferro particolare dal motivo floreale che io chiaramente non ho, ma a febbraio, durante una breve vacanza a Pescara, la mia figlia maggiore mi ha comperato come souvenir un ferro per le ferratelle dalle scanalature meno profonde di quelli che già avevo e che formano un disegno floreale stilizzato.
Ecco quindi che ho potuto realizzare i "Gode Råd"  anche se il disegno che li caratterizza non è proprio identico.

Questo è il mio ferro per ferratelle

Questo è il ferro per i "Gode Råd"
Vi riporto gli ingredienti che servono per realizzarle, anche se al posto del cardamomo, che non sono riuscita a trovare, ho utilizzato un cucchiaino di zenzero ed uno di cannella.

Ingredienti:  (per circa 40 Gode Råd)

  • 500 gr di farina
  • 250 gr di margarina
  • 250 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 2 cucchiaini di cardamomo
Nella planetaria unire prima il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, aggiungere quindi le uova, la farina ed il cardamomo.
Otterrete un composto sodo che potrete prendere con le mani.


Mettere il ferro chiuso sul fuoco dopo aver unto le due facce con della carta da cucina intrisa con un goccio d'olio. Questo sarà necessario solo all'inizio, poi l'impasto è talmente grasso che da solo continuerà ad ingrassare il ferro.
Fatelo scaldare bene da entrambe le parti.



Quando il ferro è ben caldo formare con l'impasto una pallina grande come una noce .......


........chiudere il ferro schiacciando bene l'impasto e lasciare sul fuoco contando fino a 12, quindi voltare, contare nuovamente fino a 12 e poi con una forchetta togliere delicatamente la cialda dal ferro.





Appena tolta dal ferro potete anche dare alla cialda la forma voluta, arrotolandola intorno ad un cilindro come ho fatto io dando la forma di un cannolo, oppure intorno ad un cono ed otterrete una cialda da riempire con del gelato.





I danesi le gustano in purezza, così leggere e friabili che una tira l'altra, oppure accompagnate da panna montata e frutta.................e vi assicuro che sono deliziose.




Anche questa ricetta si aggiunge a quelle raccolte per la Danimarca da Leonilde de "le affinità elettive" per l'Abbecedario culinario europeo.


CURIOSITA'   DELLO   JUTLAND   MERIDIONALE    

Il   sønderjyske kaffebord  è un'istituzione mitica dello Jutland meridionale che ha origine a metà del 1800.

Dopo la guerra del 1864  il Sønderjylland (Jutland del sud) fu annesso alla Prussia e le autorità non concedevano l'autorizzazione alla vendita di alcolici nelle osterie dove i danesi avevano l'abitudine di riunirsi.

I danesi allora aprirono dei ritrovi dove potevano bere caffè, mentre le donne facevano a gara nel confezionare le torte più gustose che portavano da casa e che erano poste su un lunghissimo tavolo.
L'uso di un tavolo di grandi dimensioni da questi centri sociali si allargò anche alle case private di campagna dove non mancavano i prodotti per creare dolci e confetture. 

Nel 1920 il vescovo di Ribe dichiarò che gli abitanti del Sønderjylland avevano 3 sacramenti:
il Battesimo, la Comunione ed il sønderjyske kaffebord .

I dolci presenti nel sønderjyske kaffebord sono 7 dolci duri e 7 dolci morbidi che debbono essere mangiati in un certo ordine, si deve passare dal morbido al duro, dal freddo e umido al secco e magro. 
Si inizierà quindi con panini e torte morbide per passare poi ai biscotti, tra cui anche i Gode Råd che ho realizzato.


Tipico esempio di sønderjyske kaffebord (foto presa dal web)



Alla prossima ricetta !!!    ;-)

4 commenti:

Anima Paleo ha detto...

Queste cialde sono una meraviglia, sembrano un merletto! :)

resy ha detto...

Credimi, oltre ad essere belle sono buone. Ciao ciao

Leonilde Bollino ha detto...

Che bontà! come vorrei assaggiarle! ma fatte da te ovviamente!

resy ha detto...

Leonilde ormai con i ferri per cialde sono diventata espertissima e la cottura sicuramente viene bene, le dosi dei vari ingredienti fanno la differenza!! Un abbraccio

Posta un commento