giovedì 29 gennaio 2015

Pastel de queijo, de carne moida, de queijo e presunto, sabor pizza - il cibo di strada in Brasile


Chi mi conosce anche solo un pò ormai sa che adoro il cibo di strada
e che penso sia il modo migliore per conoscere un paese.
E' un concentrato di storia perché ci racconta se è stato portato da lontano attraverso il contatto con altri popoli, di geografia perché i prodotti con cui viene preparato normalmente sono di produzione locale, ma soprattutto ci racconta i gusti ed il carattere della popolazione che lo mangia.
E nel cibo di strada brasiliano, anche se non ricchissimo come quello di altri paesi, ci sono il colore, il sapore, l'allegria e la solarità del suo popolo.
  
Questo fagottino di pasta fritto è un tipico cibo di strada brasiliano, uno snack salato (salgado) venduto nei chioschi per la strada o in negozietti chiamati "pastelarias".

Può avere vari ripieni: carne macinata, pollo, mozzarella, formaggio cremoso (il catupiry, inventato da una coppia di immigrati italiani), gamberetti, baccalà o formaggio e manioca. Ultimamente va di moda anche il gusto pizza, ma è possibile avere anche un ripieno vegetariano. Possono avere diverse forme e dimensioni, piccoli utilizzati come antipasto o grandi anche 30 cm che possono costituire un pasto vero e proprio.

Ne esiste anche la variante dolce con goiabada e queijo de minas o con banana e cannella o con cioccolato.

Non è chiara la loro origine. Potrebbero avere come antenati i samosas indiani portati dai portoghesi, oppure i wonton cinesi rivisitati e venduti dagli immigrati giapponesi nei mercati settimanali brasiliani. C'è anche chi rivendica origini italiane per questi fagottini che in effetti ricordano i nostri "calzoni".

Quale che sia la loro origine posso dire che sono leggerissimi, non assorbono affatto l'olio della frittura e fra i tanti ripieni sicuramente troveremo quello da usare che più ci piace.

Ingredienti:

Per la pasta 

  • 250 gr di farina
  • 118 ml di acqua calda
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai d'olio
  • 1 cucchiaino da tè di sale
  • 1/2 cucchiaio di rum bianco
  • 1 cucchiaino da tè di lievito istantaneo per torte salate

Per il ripieno del pastel

- de queijo
  • mozzarella
  • origano
- de carne moída
  • carne bovina macinata
  • cipolla e aglio
  • prezzemolo ed erba cipollina
  • olive denocciolate
  • burro
  • uova sode
- de queijo e presunto
  • mozzarella
  • prosciutto cotto
  • pomodori (facoltativi)
  • origano
- sabor pizza 
  • mozzarella
  • pomodori
  • olive
  • origano 
  • olio d'oliva
  • sale e pepe
Iniziamo a preparare la pasta amalgamando bene tutti gli ingredienti e se dovesse risultare troppo morbida aggiungere un pochino di farina in più, formare una palla e lasciare riposare coperta 
per 30 minuti.





PREPARIAMO I RIPIENI.
                
Per il "pastel de queijo" tritiamo la mozzarella e la condiamo con l'origano. 

Per il "pastel de queijo e presunto" tritiamo la mozzarella ed il prosciutto cotto, aggiungiamo qualche pezzetto di pomodoro e condiamo con origano.

Per il "pastel sabor pizza" mescoliamo mozzarella e pomodoro a cubetti con olive ed origano, condiamo con un goccio d'olio, sale e pepe.

Per il "pastel de carne moída" in un pò di burro facciamo rosolare cipolla ed aglio, aggiungiamo la carne macinata, saliamo pepiamo e facciamo cuocere 10 minuti. Aggiungiamo erba cipollina, olive tritate e uova sode sminuzzate.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *   
Riprendiamo la pasta e sul piano di lavoro infarinato la stendiamo con il mattarello più sottile possibile.
Tagliamo la pasta nella forma che desideriamo, rettangolo o cerchio, bagniamo i bordi con un pò d'acqua.


Disponiamo un cucchiaino di ripieno e richiudiamo bene con i rebbi della forchetta o con l'apposito stampino.







Friggiamo in olio caldo girando in continuazione i pastéis per evitare che si gonfino troppo sul lato non immerso nell'olio e si spacchino.


Facciamo scolare su un foglio di carta assorbente e serviamo caldi.




Sono deliziosi, leggeri ed asciutti, se ne possono mangiare in quantità. 

Io ho provato solo 4 ripieni, a voi provare anche gli altri, magari con tutte verdure ed anche quelli dolci.



Questa ricetta è destinata alla raccolta dell'Abbecedario culinario mondiale  che per il Brasile è ospitata da Rosa Maria di "Torte e dintorni". 

4 commenti:

Rosa Maria Tenore ha detto...

Mo' mi devi di' dove hai trovato quell'aggeggino delizioso per imbottire e piegare i pastel (o calzoni o ravioloni)...sono perfetti Resy :) e la pasta con il rum mi intriga proprio. Grazie <3

resy ha detto...

Rosa Maria i primi li trovai in un Mercatone Uno in Umbria, ma poi li ho trovati anche nel negozio di cinesi che c'è qui nel mio quartiere a soli euro 2,00. Sono in una confezione da 3 di diverse dimensioni. Il rum credo che aiuti la lievitazione durante la cottura, sono leggerissimi!! ;-)

Anisja ha detto...

Devono essere davvero fantastici, il sabor pizza è di un appetitoso ....
Certo che bisogna provare tutti i ripieni :-)
Buona domenica
A presto ....

Pinko Pallino ha detto...

Sei proprio infaticabile!!!
Ottima anche questa ricetta!!

Posta un commento